Procida Carbon Free

Una delle isole italiane più belle, il cui fascino avvolgente sorprende già dal primo sguardo, Procida è una vera e propria tavolozza di colori che, con le vivaci casette dei pescatori affacciate sulla baia della Chiaia, invita a perdersi tra i suoi vicoletti di ciottoli dove è inebriante il profumo dei fichi d’India, tra le cale e le stradine punteggiate dai frutteti.

L’obiettivo principale del nostro progetto è stato fin da subito migliorare la vivibilità del territorio da parte dei cittadini. Ciò che abbiamo sempre desiderato è rendere Procida protagonista di una rivoluzione mai vista prima, tale da essere un esempio per l’Italia intera e per l’Europa, portandola quindi all’attenzione mediatica, e perché no, incentivandone ancora di più il turismo.

Scopri di più

Premessa

Procida Carbon Free è il nostro primo progetto. Si colloca, a livello nazionale, nel più  ampio progetto “ITALY CARBON FREE – APS” e nasce come adesione al “Green New Deal” europeo, il cui obiettivo principale è raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 con l’efficientamento delle risorse e ricorrendo a un’economia pulita e circolare. Il Progetto per Procida prevede una larga anticipazione delle tempistiche di decarbonizzazione, infatti rispetto all’obiettivo della direttiva inserita nel Green New Deal che prevede il raggiungimento del 60% entro il 2030, Procida con questo progetto ha deciso di raggiungere in 5 anni il 100%.

    È in relazione a ciò che si muove anche il “Green New Deal Italia” i cui obiettivi sono:

     

    • Rigenerazione urbana;
    • Riconversione energetica con l’utilizzo delle rinnovabili;
    • Protezione della biodiversità e dei mari;
    • Contrasto ai cambiamenti climatici.

    Per raggiungere tali scopi, di fondamentale importanza, è proprio l’abbattimento della Co2,  efficientando  gli edifici e realizzando sugli stess impianti di produzione di energia da fonte rinnovabili. L’Italia ha istituito le seguenti leggi di incentivazione:

      N

      Eco bonus e bonus ristrutturazioni 50% e 65%;

      N

      Bonus Facciate incentivi fino al 90%;

      N

      D.L. n. 34/2020 art. 119 Super bonus e Sisma Bonus 110%;

      N

      D.L. n. 162/2019, convertito dalla legge n. 8/2020 sulle Comunità Energetiche.

      Quest’ultimo decreto rappresenta uno step davvero importante, in quanto consente ai cittadini di condividere l’energia prodotta creando  le comunità energetiche rinnovabili, consentendo quindi, oltre alla decarbonizzazione, l’indipendenza energetica dei territori.

      Procida Carbon Free nasce da un’idea di Salvatore De Martino,  imprenditore, manager e studioso delle tematiche ambientali, con particolare attenzione alle fonti alternative e non inquinanti per la produzione di energia. Cittadino Procidano di cuore, legato all’isola di Procida, con l’obiettivo di renderla la capitale della salvaguardia ambientale e la prima isola decarbonizzata.

      Qual è l’obiettivo del progetto?

      L’obiettivo principale del nostro progetto è stato fin da subito migliorare la vivibilità del territorio da parte dei cittadini. Ciò che abbiamo sempre desiderato è rendere Procida protagonista di una rivoluzione mai vista prima, tale da essere un esempio per l’Italia intera e per l’Europa, portandola quindi all’attenzione mediatica, e perché no, incentivandone ancora di più il turismo.

      Il patrocinio del Comune di Procida

      Il progetto si avvale del patrocinio del Comune di Procida e vede la collaborazione del Comitato Etico come organo di controllo a garanzia per la gestione di questi 3 fondi:

      Il primo a favore della stessa amministrazione destinato alla formazione e alle opere pubbliche in ottica green;

      Il secondo rappresenta un fondo di solidarietà per chi utilizza gli incentivi al 50 e 65%, per poter accedere ad una procedura di rimborso per integrazione parziale della differenza al 100%;

      Il terzo destinato alla costituzione della comunità locale.

      I vantaggi per l’amministrazione comunale

      Perseguire i benefici della transizione energetica in tempi addirittura più brevi rispetto al Green new deal Europeo;

        Capitalizzare le leggi nazionali ed europee vigenti in materia di finanziamenti e sostegni pubblici e di sponsorizzazioni delle aziende appaltatrici, sotto forma di reali ed ingenti contributi economici per realizzare opere pubbliche in campo ambientale ed energetico green;

          Ammodernamento ed efficientamento energetico dell’edificato dell’Isola;

            Creazione di un aumento notevole del P.I.L., in coerenza con gli indicatori previsti dai piani di sviluppo della comunità europea;

              Aumentare l’occupazione sul territorio.

                Blog

                Carbon Free News

                Notizie dal mondo delle energie rinnovabili. 

                Associati!Per completare l'associazione, compila il modulo che trovi in questa pagina, assicurandoti che tutti i dati siano corretti. Subito dopo...

                leggi tutto